Profilo delle competenze del coordinatore di servizi educativi

Profilo delle competenze del coordinatore di servizi educativi

Il coordinatore pedagogico progetta e accerta la qualità educativa dei servizi all’infanzia. Si tratta di una figura professionale che, dapprima legata prevalentemente agli enti locali, si è sviluppata parallelamente alla nascita e diffusione degli asili nido e delle scuole dell’infanzia comunali. Nei comuni o nelle aree territoriali maggiori, il coordinatore pedagogico può operare con un gruppo di colleghi che insieme mirano all’utilizzo ottimale delle risorse educative di quel territorio. Negli ultimi anni, e con l’aggiornamento delle normative regionali in materia di servizi educativi e sociali alla prima infanzia, il coordinamento è richiesto anche presso le strutture a gestione privata.

 

Il coordinatore sostiene il lavoro collegiale degli operatori ed ha la responsabilità del funzionamento negli aspetti organizzativi e metodologici del nido; non avrà affidata alcuna specifica sezione educativa. Inoltre, avrà il compito di verificare il costante rispetto del Regolamento, delle disposizioni legislative e il coordinamento di tutta l’attività svolta dal personale impiegato nel servizio.

Il coordinatore pedagogico svolge i seguenti compiti:

– verifica la qualità educativa dei servizi prescolastici;

– cura l’organizzazione del lavoro nei servizi come asili, centri ricreativi infantili ecc..;

– si interessa dei contenuti educativi proposti nei suddetti centri;

– verifica la validità dei programmi educativi;

– si occupa della formazione e aggiornamento delle operatrici e, in generale, rappresenta una figura che sostiene, orienta, controlla l’attività dei nidi e delle scuole dell’infanzia.

Il coordinatore deve mantenere un contatto diretto e costante con i servizi di cui è responsabile, quindi conoscere il modo di lavorare delle operatrici, con le quali programma le attività e ne verifica l’andamento durante l’anno. Propone alle operatrici strumenti di lavoro che possono permettere di definire meglio gli obiettivi e di agire in modo più efficace e partecipa periodicamente alle riunioni del gruppo delle educatrici: a volte può proporre un ordine del giorno e coordinare la riunione, altre volte può essere solo presente. Infine il coordinatore pedagogico si occupa di:

– curare l’accoglienza di bambini nuovi;

– coordinare il rapporto con gli altri servizi sul territorio che si occupano di bambini;

– gestire momenti particolarmente critici come ad esempio l’inserimento di bambini extracomunitari o handicappati, dove maggiore deve essere l’investimento di risorse umane;

– curare gli aspetti di gestione del servizio (i turni di ferie del personale, le sostituzioni) e la promozione e conoscenza dei servizi all’esterno;

– organizzare eventi pubblici (dibattiti, mostre) che illustrino l’esperienza realizzata nei servizi.

In queste tabelle riassumiamo il profilo di competenze della figura professionale del Coordinatore di servizi educativi.

  PROFILO DI COMPETENZE: Coordinatore
Responsabilità primarie Assicura il funzionamento del nido e coordina la gestione del personale

 

Cura le relazioni con l’utenza e l’esterno

E’ responsabile dell’attuazione del progetto pedagogico

E’ responsabile dell’attuazione delle procedure del sistema qualità

Conoscenze Conoscenza del bambino e fasi evolutive
  Metodologie pedagogiche
  Metodologie di gestione delle risorse umane e dinamiche di gruppo
  Metodologie di definizione di un budget e conoscenze informatiche
  Metodologie di progettazione
  Metodologie di programmazione e verifica
  Metodologie di organizzazione del tempo
Saper fare Gestire le problematiche degli utenti (famiglie e bambini)
  Fare un progetto
  Verificare l’efficacia dell’organizzazione e dei progetti
  Gestire una riunione
  Gestire un colloquio con la famiglia
  Gestire la comunicazione con i servizi del territorio
  Contestualizzare gli spunti formativi
Saper essere Affidabile, comunicativo, creativo, responsabile, accogliente, propositivo

PER SAPERNE DI PIU’ >>>

Corso di specializzazione in due giornate:

Altri articoli dal blog di Zeroseiplanet

SPECIALIZZAZIONE EDUCAZIONE EMOZIONALE

Percorsi formativi per il NIDO e la SCUOLA DELL'INFANZIAUn Percorso di Specializzazione per educatori e insegnanti progettato per fornire una solida base di conoscenze sulle emozioni, la loro natura e come esse influenzano la nostra vita quotidiana, e per fornire...

leggi tutto

SPECIALIZZAZIONE EDUCAZIONE EMOZIONALE

Percorsi formativi per il NIDO e la SCUOLA DELL'INFANZIAUn Percorso di Specializzazione per educatori e insegnanti progettato per fornire una solida base di conoscenze sulle emozioni, la loro natura e come esse influenzano la nostra vita quotidiana, e per fornire...

leggi tutto

SPECIALIZZAZIONE EDUCAZIONE EMOZIONALE

Percorsi formativi per il NIDO e la SCUOLA DELL'INFANZIAUn Percorso di Specializzazione per educatori e insegnanti progettato per fornire una solida base di conoscenze sulle emozioni, la loro natura e come esse influenzano la nostra vita quotidiana, e per fornire...

leggi tutto